22 settembre: convegno GRANDE GUERRA, LAVORO, SINDACATO – il sindacato tra conflitto e relazioni industriali codificate

Si svolge oggi a Torino presso l’Aula Magna del Campus Einaudi il convegno promosso unitariamente da CGIL-CISL-UIL di Torino, dalla Fondazione Bruno Buozzi, dalla Fondazione Di Vittorio e dall’Ismel dal titolo GRANDE GUERRA, LAVORO, SINDACATO – il sindacato tra conflitto e relazioni industriali codificate.

Il convegno si articola in una serie di relazioni e in una tavola rotonda: al link che segue è possibile scaricare il programma

LOCANDINA CONVEGNO

21 settembre: FORUM NAZIONALE DELL’INDUSTRIA, DEL LAVORO E DELL’INNOVAZIONE

Si svolge oggi a Venaria Reale il Forum Nazionale dell’Industria, del Lavoro e dell’Innovazione organizzato dalla Cgil Torino e dalla Cgil Nazionale per coinvolgere una rete di esperti sui temi dell’industria, ICT, scienza e lavoro, temi che saranno anche affrontati al prossimo G7 e che sono fondamentali per lo sviluppo globale del benessere e della prosperità.

Il Forum è organizzato per gruppi di lavoro tematici coordinati dai 3 segretari Nazionali: Colla, Landini e Scacchetti; è arricchito con le comunicazioni di esperti sui vari temi e da una tavola rotonda con alcuni rappresentanti delle imprese.

Conclude la tavola rotonda Susanna Camusso.

Scarica il programma

 Venaria Reale, Teatro della Concordia

Da oggi i servizi e le tutele Apac sono a 360° per consulenti finanziari e intermediari Ivass

 

 

 

APAC Piemonte                               360° – i tuoi servizi

Associazione Professionisti

Assicurazioni e Credito

è l’Associazione delle Partite Iva del settore Credito e Assicurazioni, nata per la tutela a 360° dei Consulenti Finanziari, degli Intermediari Assicurativi iscritti al RUI e dei Periti Assicurativi.

Vi presentiamo il pacchetto di servizi messi a disposizione da Apac: 

Polizza tutela legale

Premio a partire da 170 euro e massimale fino a 30.000 euro per copertura spese processuali, legali proprie e di controparte, tecniche e peritali, recupero crediti. 

Clicca qui per maggiori dettagli

Di seguito trovi la modulistica per aderire: 

 

Tenuta della contabilità

Contabilità regime semplificato e regime forfettario, dichiarazione dei redditi e altri adempimenti contabili.

 Clicca qui per maggiori dettagli

  

Consulenza Studio Legale

Tariffe agevolate e prima consulenza gratuita presso primario Studio Legale.

 

Corsi di formazione

Possibilità di accedere a prezzo scontato ai corsi obbligatori di formazione (FAD) per l’iscrizione al RUI e per il mantenimento dell’aggiornamento biennale.

Clicca qui per maggiori dettagli

 

Sconti, convenzioni e servizi

Possibilità di usufruire gratuitamente di sconti, servizi e convenzioni presenti sul sito

 www.celafisac.net

Per iscriverti alla nostra newsletter clicca qui!

 Per info e contatti:

tel. 011.5066411                           mail: apac.torino@gmail.com

cell. 339.8048783

fax 011.5066444              siti istituzionali www.fisacpiemonte/apac

                                                                www.fisac-cgil/apac

sito servizi & convenzioni www.celafisac.net

 

Per offrire questi servizi Apac Piemonte collabora con partner prestigiosi e primarie Compagnie Assicurative:

 

 

La Fisac Piemonte al Convegno Inail Salute e Sicurezza del 22-23 giugno 2017

Nel mese di Giugno si è svolto un importante convegno nazionale, promosso dall’Inail in collaborazione con CGIL CISL UIL, in materia di salute e sicurezza.
Come Fisac Torino e Piemonte abbiamo partecipato e siamo ora in grado di fornirvi un’ampia sintesi dei contenuti, che trovate nel link in fondo alla pagina.
 
Riteniamo giusto mettere a disposizione di tutti un patrimonio di dati ed elaborazioni davvero importante. In particolare: 
 
gli interventi di VOGEL-TOMASSINI-STANZANI sono delle piccole lezioni di storia
l’intervento di CAGLIANO-TRUCCO-DI NUNZIO è una bella fotografia sullo stato dei Rls in Italia
verso la fine, la battuta di Martini, segretario nazionale Cgil sulla decontribuzione è interessante e apre una bella problematica.
 

La redazione di questo resoconto è a cura di Tommaso Deltito che ha partecipato ai lavori del convegno, con la collaborazione nella stesura di Luisa Rasero – Segreteria Regionale Fisac Piemonte.

Scarica il documento:

Relazione Convegno Inail Salute e Sicurezza 22-23 giugno 2017

 

 

 

Coordinamento Donne Fisac Piemonte – NO ALLA VIOLENZA SULLE DONNE! Anche nei testi delle canzoni!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica il volantino!

Nota su lavoro occasionale “i nuovi voucher” – Dipartimento Mercato del Lavoro Fisac Piemonte

Scarica la nota sul lavoro occasionale

Dipartimento Mercato del Lavoro Fisac Piemonte

Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Piemonte: contributo di riflessione su politiche commerciali

Pubblichiamo un contributo di riflessione a cura del Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Piemonte relativo all’Accordo Abi – OO.SS su politiche commerciali e organizzazione del lavoro del 8/02/17.

per scaricare il documento clicca qui

 

Banche venete a Intesa: ieri è stato varato il decreto da parte del Governo

Tecnicamente al salvataggio delle banche venete si applica il cosiddetto “burden sharing” e non la procedura prevista dalla normativa “bail in”: in questo modo è garantita la protezione dei correntisti e obbligazionisti senior. In vista anche un meccanismo per indennizzare i piccoli risparmiatori che hanno in portafoglio i circa 200 milioni di subordinati di Vicenza e Montebelluna destinati al burden sharing. Per loro le regole della liquidazione prevedono un indennizzo all’80% , come accaduto per le 4 banche regionali finite in risoluzione; Intesa si sarebbe impegnata a coprire il 20% che resta.

Con il burden sharing si intende la procedura mediante la quale, in caso di dissesto di un istituto bancario, e’ previsto che prima del coinvolgimento di fondi pubblici venga attuata la riduzione del valore nominale delle azioni e delle obbligazioni subordinate, o la conversione in capitale di queste ultime.
Si tratta di una procedura in vigore prima che diventasse operativa la direttiva europea sul risanamento e la risoluzione della banche (Bank Recovery and Resolution Directive, BRRD) che ha introdotto tutta la pratica del bail-in.

DA IL SOLE 24 ORE

articolo decreto banche venete

«Il governo ha approvato il dl che consente il salvataggio delle due banche venete e consentirà di rassicurare e stabilizzare la situazione». Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni in conferenza stampa a Palazzo Chigi poco dopo il via libera del cdm al decreto legge con cui si dà l’avvio alla liquidazione coatta di Popolare di Vicenza e Veneto banca e alla cessione delle parti good a Banca Intesa. La crisi delle banche venete risale a prima della crisi economica e «ha raggiunto livelli che hanno reso necessario un intervento di salvataggio, per evitare i rischi evidenti a tutti di un fallimento disordinato» ha spiegato Gentiloni. Del nostro sistema bancario «il gruppo Intesa San Paolo, che acquisisce queste banche venete, è un asset tra quelli di maggior valore» ha detto il premier. L’intervento di salvataggio «si indirizza innanzitutto a favore dei correntisti e dei risparmiatori delle due banche, a favore di chi nelle banche lavora, più in generale a favore dell’economia del territorio, uno dei più importanti per il nostro sistema Paese, un’economia che soprattutto per piccole e medie imprese ha in queste banche un riferimento storicamente di grande rilievo» ha concluso Gentiloni.

Spesa immediata da 5,2 miliardi con le garanzie mobilitati fino a 17 miliardi
L’esborso immediato da parte dello Stato vale 5,2 miliardi, finanziati dal debito aggiuntivo (20 miliardi) già previsto dal decreto di Natale. Di questi 4,78 servono a garantire la neutralità dell’operazione sui capital ratios di Intesa, come chiesto espressamente dalla banca, e altri 400 milioni servono a finanziare garanzie potenziali su rischi futuri fino a 12 miliardi: si tratta di garanzie fino a 6,3 miliardi per la retrocessione di crediti che non risultino in bonis e oltre 4 miliardi per crediti in bonis ma ad alto rischio. I 5,2 miliardi di esborso effettivo comprendono di fatto una quota da oltre un miliardo che sarà utilizzata da Intesa per gestire gli esuberi (si parla di circa 4mila persone) prodotti dall’operazione.

 

 

 

 

La Fisac Piemonte alla manifestazione di sabato 17 giugno!

Sabato 17 giugno la Fisac Piemonte ha partecipato alla grande manifestazione straordinaria indetta dalla Cgil in difesa della democrazia. Grazie a tutti quelli che hanno potuto partecipare!!!

Quello che è successo nel nostro Paese negli ultimi mesi ha davvero dell’incredibile! Per la prima volta la Cgil ha deciso di promuovere dei referendum per sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare – la Carta dei Diritti Universali del Lavoro. L’abrogazione dei voucher da parte del Governo per impedire di andare a votare al referendum del 28 maggio si è tradotta, nei fatti, in una reintroduzione di uno strumento analogo! Per questo abbiamo targato con lo slogan schiaffo alla democrazia quanto è avvenuto e siamo scesi in piazza a Roma in una bellissima manifestazione sotto il sole cocente!

#nonciarrendiamo

altro piccolo reportage a cura di Silvio Carignano

Bonus Nido dal 17 luglio! Ricordarsi della data di avvio!

Dal 17 luglio sarà possibile presentare la richiesta per ottenere l’agevolazione Bonus Nido introdotta dalla Legge di Bilancio 2017.

Occorre tenere bene a mente questa data di avvio perchè le risorse stanziate sono limitate e si potrà ottenere il bonus in ordine cronologico di presentazione delle domande e fino ad esaurimento delle risorse.

Il nostro patronato Inca Cgil è a vostra disposizione, tutte le indicazioni le trovate nel breve comunicato di riepilogo cliccando il link seguente:

Comunicato Bonus Natalità: riepilogo bonus mamma domani, bonus bebè, bonus nido

Fisac Piemonte