Servizio IMU e TASI

imutasiIn allegato  una comunicazione per iscritte e iscritti FISAC, riguardante le prossime scadenze di imu e tasi: IMU E TASI GIUGNO 2014 .
Il servizio di calcolo sarà disponibile a partire dal 9 giugno fino al 13 giugno, mentre   i documenti dovranno pervenire nel lasso di tempo compreso tra martedì 3 giugno e mercoledì 11 giugno (TERMINE ULTIMO E INDEROGABILE).
Print Friendly, PDF & Email

Guida Servizi CGIL Torino

guidaCGIL2013cover

La Guida ai Servizi della CGIL Torino (cui possono accedere ovviamente tutti gli iscritti FISAC Torino) del 2013 è disponibile nel nostro spazio ISSUU per la consultazione on line: click qui. Ci si trovano non solo le convenzioni, ma anche tutti i recapiti delle sedi CGIL, INCA, CAAF ecc.

Print Friendly, PDF & Email

MINI IMU SULLA PRIMA CASA

MINI IMULa cancellazione dell’Imu sulla prima casa decisa dal decreto legge nr 133 del 30/11/2013 non è un’abolizione totale dell’imposta: il governo ha infatti eliminato l’obbligo di pagamento unicamente per la quota decisa per tutti a livello nazionale (pari al 4 per mille).

Solo nella giornata di ieri, il Governo ha stabilito che  l‘imu sulla prima casa dovrà essere versata dai contribuenti di tutti quei Comuni che hanno deliberato per il 2013 per l’abitazione principale, un’aliquota maggiore di quella base prevista dalla legge.  

In questi casi si dovrà versare il 40% della differenza risultante tra l’aliquota del 4 per mille e quella decisa dal Comune sul quale è ubicato l’immobile.

La scadenza per il pagamento è stata fissata per il giorno 24 gennaio 2014.

A partire da venerdì 10 gennaio  gli iscritti FISAC CGIL di Torino e Provincia potranno avvalersi del servizio di calcolo di questa imposta.

Il costo del servizio è pari a:

8,00 euro

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA:

  • copia 730 (per coloro che si sono avvalsi del servizio di compilazione del 730 tramite il nostro caaf);
  • visura catastale non anteriore al 2001 (per coloro che non si sono avvalsi del servizio di compilazione del servizio di compilazione del 730 tramite il nostro caaf);
  •  indicazione numeri di figli minori di 26 anni facenti parte del nucleo familiare;

 

  • copia del bonifico di pagamento della tariffa effettuato sul c/c intestato a FISAC CGIL iban: IT65H0200801137000002350874, causale: TARIFFA MINI IMU

La documentazione deve pervenire entro e non oltre martedì 21 gennaio 2014 al seguente indirizzo di posta elettronica: 730fisac@gmail.com.

Il modulo F24 utile per il pagamento verrà inoltrato tramite posta elettronica.

INFORMAZIONI UTILI

– Per le abitazioni di valore catastale molto basso c’è la possibilità che l’importo da versare sia minore di 12,00 euro, soglia sotto la quale la legge esclude il versamento.

– Di seguito vi forniamo il link attraverso il quale ottenere le visure catastali

http://sister.agenziaentrate.gov.it/Main/index.jsp

– Vi ricordiamo che è possibile effettuare il calcolo da soli, in questo caso vi consigliamo di consultare il sito internet del Comune presso il quale è ubicato l’immobile, innanzitutto per verificare se l’aliquota  è rimasta al 4 per mille (in questo caso non Si dovrà pagare nulla) o se è stata aumentata.

Sempre sul sito internet del Comune è quindi possibile ottenere il calcolo gratuito dell’imposta nonché la compilazione del relativo modulo F24 utile per il pagamento.

– E’ inoltre possibile rivolgersi direttamente agli uffici tributari del Comune di residenza che provvederà a fare i calcoli.

Dipartimento Fiscale FISAC CGIL Piemonte

Print Friendly, PDF & Email

MODELLO UNICO 2013

UNICO

Da oggi, fino al 26 luglio, parte il periodo per la compilazione del modello unico, per gli iscritti FISAC CGIL di Torino e Provincia.

MA CHI DEVE COMPILARE IL MODELLO UNICO?

1)      Coloro che hanno una CASA DI PROPRIETA’ ALL’ESTERO: la compilazione è obbligatoria e, comporta il pagamento di una imposta patrimoniale. La mancata presentazione dello stesso può comportare pesanti sanzioni (fino ad arrivare al sequestro dell’immobile).

DOCUMENTI NECESSARI:

–        fotocopia atto di acquisto (se il costo dell’immobile è indicato in una valuta diversa rispetto all’euro è necessario indicare il tasso di cambio relativo). Anche se lo scorso anno ci si è avvalsi del servizio del nostro Caaf, la presentazione di questo documento è obbligatorio;

–        carta d’identità e codice fiscale di tutti i proprietari dell’immobile;

–        copia versamento imposta sugli immobili pagata all’estero (fronte e retro poiché in alcuni paesi nel retro c’è l’indicazione di alcuni importanti dati);

–        copia MOD RW UNICO compilato lo scorso anno.

2)      Chi ha un   CONTO CORRENTE ALL’ESTERO e durante il 2012 ha movimentato somme a partire da 10.000,00 eur ( esempio: prelevamento 2.000,00 eur, versamento in data successiva 4.000,00; prelevamento di altri 3.500; successivamente versamento di eur 500,00; totale movimentazione 10.000,00 = OBBLIGO DI COMPILAZIONE MODELLO UNICO). Anche in questo caso è prevista una imposta patrimoniale e la mancata presentazione del modello unico può comportare il sequestro del c/c in oggetto.

.

DOCUMENTI NECESSARI:

–        Nome della banca dove è acceso il conto, cod IBAN, cod SWIFT O BIC

–        documento e codice fiscale degli intestatari del conto.

–        Saldo al 31/12/2012

 

2b)   Nel caso in cui il conto all’estero PRODUCA INTERESSI ATTIVI sussiste l’obbligo           di dichiarazione degli interessi con relativo pagamento dell’imposta italiana sugli interessi dei depositi.

 DOCUMENTI NECESSARI:

–        gli stessi di cui al punto 2;

–        estratti conto dai quali si evincano gli interessi attivi maturati nel 2012.

 

3)      Altre ragioni. Alcuni esempi:

–  DECESSO di un FAMILIARE di cui si è EREDI;

DOCUMENTI NECESSARI:  – stessa documentazione prevista per il 730;

–  copia della successione;

– Cud Inps del deceduto (il Caaf  NON è abilitato alla stampa dei cud INPS);

– carta d’identità del deceduto e di uno degli eredi;

– data del decesso

 

– CHI  NON HA SOSTITUTO D’IMPOSTA  (ES: coloro che sono nel fondo di sostegno al reddito e non hanno un coniuge con sostituto d’imposta)

 

DOCUMENTI NECESSARI: gli stessi per la compilazione del 730

COSTI PER LA COMPILAZIONE:  per i punti da 1 a 2B il costo è pari a 10,00 € per gli Iscritti CGIL e di 20,00 per i non iscritti. Per il punto 3 da 22,00 a 31,00€ a seconda del reddito percepito. IL PAGAMENTO DELLA TARIFFA PREVISTA DEVE AVVENIRE TRAMITE BONIFICO SUL c/c intestato a FISAC CGIL nr 2350874 c/o UNICREDIT BANCA ag. TO Micca – IBAN:

                                                                         IT65H0200801137000002350874

                                                                         Causale: TARIFFA mod UNICO

 

LA DOCUMENTAZIONE ELENCATA DEVE PERVENIRE ENTRO IL 26 LUGLIO TRAMITE POSTA ELETTRONICA ALL’INDIRIZZO 730FISAC@GMAIL.COM, UNITAMENTE ALLA COPIA DEL BONIFICO PER LA TARIFFA.

 

DIPARTIMENTO FISCALE FISAC CGIL PIEMONTE

Print Friendly, PDF & Email

SCADENZA IMU 17 GIUGNO 2013

imuIl prossimo 17 giugno ci sarà la scadenza per il pagamento della prima rata dell’IMU.

Come da decisione governativa, E’ SOSPESO IL PAGAMENTO PER LE PRIME CASE E RELATIVE PERTINENZE, IL PAGAMENTO IN SCADENZA A GIUGNO E’ DOVUTO ESCLUSIVAMENTE PER LE SEGUENTI TIPOLOGIE DI FABBRICATI:

 

–       Seconde case;

–       Garage/box non di pertinenza dell’abitazione principale

–       Abitazioni date in locazione / sfitte;

–       Abitazioni date in uso gratuito a parenti

 

A partire dal 03/06 gli iscritti FISAC CGIL di Torino e Provincia, potranno avvalersi del servizio di calcolo di questa imposta.

 

Il costo del servizio è pari a:

8,00  eur  (per coloro che si sono avvalsi del servizio di compilazione del 730 tramite il nostro CAAF)

13,00 eur (per coloro che Non si sono avvalsi del servizio di compilazione del 730 con il nostro CAAF).

 

Le tariffe indicate sono comprensive del calcolo della rata a saldo che dovrà avvenire nel prossimo mese di dicembre.

 

 

DOCUMENTAZIONE NECESSARIA:

–       Visura catastale non anteriore al 2001;

–       Codice fiscale;

–        Per coloro che concedono un’abitazione a titolo gratuito, indicazione del grado di parentela con il beneficiario dell’abitazione;

–       Copia del bonifico di pagamento della tariffa di 8 o 13 eur effettuato su:

c/c intestato a FISAC CGIL nr 2350874 c/o UNICREDIT BANCA ag. TO Micca – IBAN: IT65H0200801137000002350874

causale: TARIFFA IMU

La documentazione deve pervenire entro e non oltre il 13/06 al seguente indirizzo di posta elettronica: 730fisac@gmail.com.

Il modulo F24 utile per il pagamento verrà inoltrato tramite posta elettronica.

 

Di seguito vi forniamo il link attraverso il quale ottenere le visure catastali (indispensabili per il calcolo dell’imu)

http://sister2.agenziaterritorio.it/CitizenVisure/index.jsp

Vi ricordiamo che è possibile effettuare il calcolo da soli, in questo caso vi consigliamo di consultare il sito internet del comune presso il quale è ubicato l’immobile: è possibile ottenere il calcolo gratuito dell’imposta e la compilazione del relativo modulo F24 utile per il pagamento.

DIPARTIMENTO FISCALE FISAC CGIL PIEMONTE

Print Friendly, PDF & Email