Sono on line tutte le foto del presidio di ieri a Torino!

Mettiamo on line tutte le foto del presidio che si è svolto ieri, 3 aprile, a Torino in Piazza Palazzo di Città, sotto al Comune, per manifestare contro i tagli previsti al bilancio dalla giunta guidata dalla Sindaca Appendino (assente nonostante fosse convocato il Consiglio Comunale!)

CGIL CISL e UIL hanno dimostrato grande unitarietà nell’intento di contrastare i tagli lineari che vanno a colpire le fasce più deboli della cittadinanza.

I Segretari Generali di Torino hanno rifiutato di parlare con interlocutori diversi dalla Sindaca ed hanno richiesto di essere ricevuti nei prossimi giorni, vedremo gli sviluppi!

UNIPOLSAI: altissima adesione per lo sciopero

UNIPOLSAI PRESIDIO 28-4Il Segretario Nazionale della Fisac Cgil Luca Esposito, commentando la grande giornata di mobilitazione nel Gruppo Unipolsai, respinge le scelte unilaterali dell’azienda.

Le lavoratrici ed i lavoratori del Gruppo vogliono il contratto aziendale armonizzato e la Fisac Cgil si batterà a fianco dei lavoratori per la difesa del loro buon diritto.

In sintonia con la storia e le tradizioni democratiche che da sempre caratterizzano il nostro sindacato, la Fisac Cgil ritiene che debba essere aperta unitariamente una fase di informativa sui risultati raggiunti che termini con la consultazione referendaria dei lavoratori e con un mandato vincolante alle organizzazioni sindacali, con l’obiettivo di far recedere Unipolsai dalle sue posizioni.

Riportiamo anche il comunicato di ieri a cura della Segreteria Nazionale che ripercorre le tappe della trattativa sull’armonizzazione dei CIA in un unico CIA di Gruppo e, vista la posizione aziendale, annunciava la mobilitazione:

COMUNICATO 27 APRILE VERTENZA UNIPOLSAI

LA BUONA FINANZA a Torino

la buona finanza-torino

Le foto dell’iniziativa di ieri di presentazione del

“Manifesto per la buona finanza”. Le banche al servizio del Paese. Le nostre proposte

5 Aprile – Camera del Lavoro di Torino

Introduce e coordina:

Giacomo Sturniolo – Segretario Generale Fisac Cgil Piemonte

Presentazione Manifesto della Buona Finanza a cura del LAB – Davide Riccardi

Partecipano:

Agostino Megale – Segretario Generale Fisac Cgil

Marcello Minenna – Università Bocconi

Enrica Valfrè – Segretaria Generale della Camera del Lavoro di Torino

Carlo Demartini – Amministratore Delegato Gruppo CrAsti

Mauro Tenti – Intesa Sanpaolo

GIACOMO 4     MEGALE

MEGALE 4      GIACOMO

IL TAVOLO DI PRES 2     GIACOMO 3 GIACOMO 2    DSC_0901

 

 

SvegliatItalia: FISAC e CGIL in Piazza a Torino

Ieri in 100 città d’Italia si sono svolte manifestazioni a sostegno del Decreto Cirinnà per l’introduzione anche in Italia delle Unioni Civili e dei correlati diritti.

La FISAC, insieme alla CGIL, era in piazza a Torino.

 

ancora dal Convegno del 16 dicembre …..foto e inverviste Megale e Rogolino TG3

Nel nostro convegno si è ragionato in una tavola rotonda dal titolo: “IL PIEMONTE, LA CRISI E IL CREDITO NELLE TRASFORMAZIONI DEL SISTEMA PRODUTTIVO: QUAL E’ IL RUOLO DELLE BANCHE?” assieme a diversi ospiti qualificati:

  • Cristina Balbo, Direttore Regionale Nord Ovest – Banca dei Territori Intesa San Paolo
  • Alberto Mauro, Direttore Divisione Banca Popolare di Novara – Gruppo BPN
  • Filippo Provenzano, Segretario Regionale CNA
  • Graziella Rogolino, Segreteria CGIL Piemonte
  • Agostino Megale, Segretario Generale Nazionale Fisac Cgil

Altri ospiti presenti al convegno con i loro contributi:

  • Roberto Cullino, Banca d’Italia Sede di Torino
  • Cristian Roner, IRES CGIL Lucia Morosini Piemonte

Ecco il link al servizio del TG3

Ecco, inoltre, la dichiarazione di Megale: 

“A Renzi, che ha parlato di una riforma del credito, chiedo che questo avvenga non come è avvenuto con il Job’s act ma con una vera discussione con noi e con tutte le parti sociali, anche perchè io sono tra quelli che ha ritenuto il decreto del Governo per salvare le 4 banche in crisi, una cosa utile e necessaria.  Oggi chiediamo due cose. La prima: che venga inserita per legge un divieto di vendita di obbligazioni subordinate a famiglie, pensionati e risparmiatori; la seconda:  elevare il fondo da 100 a 150/200 milioni affinché si possano tutelare al meglio  tutte le eventuali difficoltà in cui i risparmiatori si sono trovati. E’ preferibile che avanzi qualche euro piuttosto che qualche risparmiatore non sia coperto”.

 

Qualche foto:

tavola rotonda 16 dicembre

05

 

 

 

07

06

 

 

 

03

04

 

 

Riportiamo il link alla presentazione dipartimento studi regionale fisac piemonte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Camusso: Il contratto dei bancari può essere un modello

timthumb.phpIl segretario della Cgil ha chiuso la tre giorni della Fisac ad Assisi. Al centro del suo intervento la necessità di sperimentare nuove forme di contrattazione, per essere ancora in grado di “modificare le condizioni materiali delle persone”

“Noi abbiamo bisogno che le esperienze positive che facciamo diventino buone pratiche al servizio dell’organizzazione. Il contratto dei bancari è stato senz’altro una buona pratica. Per questo rappresenta un valore per la confederazione”. Con queste parole, Susanna Camusso, segretario generale della Cgil, ha chiuso i lavori del Forum della Fisac Cgil nazionale, che si è svolto ad Assisi da mercoledì 23 a venerdì 25 settembre.

CLICK QUI PER APPROFONDIMENTI, DOCUMENTI, FOTO