Seminario “La Rilevazione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato: riconoscerlo, rilevarlo, prevenirlo”

Si è svolto venerdì 10 novembre  presso  la SALA PACE della  Cgil Piemonte in Via Pedrotti n. 5 a Torino,  organizzato dal Dipartimento Salute e Sicurezza FISAC CGIL Torino, un seminario su “La Rilevazione del Rischio da Stress Lavoro-Correlato” con la graditissima e autorevole partecipazione della Dott.ssa Lantermo, Direttrice Spresal (Servizio Prevenzione e Sicurezza ambito di lavoro)  di Torino.

La Dr.ssa Lantermo ha illustrato l’argomento dell’incontro con il supporto della normativa dedicata alla materia:  Accordo Europeo del 2004 / Lettera Circolare Ministero del Lavoro e Politiche Sociali del 2010 / Decreto Legislativo n. 81 del 2008.

Si  è approfondito il documento DVR (Documento Valutazione dei Rischi), obbligatorio per tutte le Aziende, che deve essere redatto secondo la normativa in vigore; il passaggio importante che è stato ampiamente sviscerato è “la fase della consultazione preventiva” degli RLS, che firmano il documento di valutazione dei rischi e devono essere consapevoli delle loro possibilità di azione concreta.

Lo SPRESAL svolge una funzione fondamentale di controllo dell’osservanza delle normative e di prevenzione delle irregolarità, potendo intervenire anche con prescrizioni e comminando sanzioni. Elemento però imprescindibile è il coinvolgimento dei Lavoratori, che diventa indispensabile per fornire agli RLS le informazioni importanti sull’organizzazione del  lavoro ed i rischi connessi, al fine di verificare la congruità del DVR nei momenti di “consultazione preventiva”.

Dipartimento Comunicazione

 

vedi il nostro articolo precedente 

Iniziativa Fisac Piemonte: 10 novembre STRESS LAVORO-CORRELATO

 

Iniziativa Fisac Piemonte: 10 novembre STRESS LAVORO-CORRELATO

Venerdì 10 novembre, alle h. 09,45, presso SALA PACE, Cgil Piemonte, Via Pedrotti 5, con la graditissima e autorevole partecipazione della Dott.ssa Lantermo, Direttore Spresal Torino, si terrà un’importante iniziativa dal titolo:
 
Stress Lavoro-Correlato: riconoscerlo, dimostrarlo, prevenirlo.
 
 
Di seguito trovate il link per scaricare l’opuscolo che sarà distribuito il 10 novembre in formato cartaceo, in modo da permettere di sciogliere eventuali dubbi o curiosità o comunque consentire approfondimenti con la Dott.ssa Lantermo. Si tratta di suggerimenti operativi, che tuttavia traggono ispirazione da un lavoro di alto valore scientifico, e che abbiamo già sottoposto alla nostra gentile ospite per verificarne la correttezza.
Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Piemonte
 

La Fisac Piemonte al Convegno Inail Salute e Sicurezza del 22-23 giugno 2017

Nel mese di Giugno si è svolto un importante convegno nazionale, promosso dall’Inail in collaborazione con CGIL CISL UIL, in materia di salute e sicurezza.
Come Fisac Torino e Piemonte abbiamo partecipato e siamo ora in grado di fornirvi un’ampia sintesi dei contenuti, che trovate nel link in fondo alla pagina.
 
Riteniamo giusto mettere a disposizione di tutti un patrimonio di dati ed elaborazioni davvero importante. In particolare: 
 
gli interventi di VOGEL-TOMASSINI-STANZANI sono delle piccole lezioni di storia
l’intervento di CAGLIANO-TRUCCO-DI NUNZIO è una bella fotografia sullo stato dei Rls in Italia
verso la fine, la battuta di Farina (Cisl) sulla decontribuzione è interessante e apre una bella problematica.
 

La redazione di questo resoconto è a cura di Tommaso Deltito che ha partecipato ai lavori del convegno, con la collaborazione nella stesura di Luisa Rasero – Segreteria Regionale Fisac Piemonte.

Scarica il documento:

Relazione Convegno Inail Salute e Sicurezza 22-23 giugno 2017

 

 

 

Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Piemonte: contributo di riflessione su politiche commerciali

Pubblichiamo un contributo di riflessione a cura del Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Piemonte relativo all’Accordo Abi – OO.SS su politiche commerciali e organizzazione del lavoro del 8/02/17.

per scaricare il documento clicca qui

 

Convegno dell’8 febbraio: “Rischi ambientali e benessere organizzativo nei settori bancario e assicurativo” – MATERIALE SCARICABILE

Possiamo finalmente mettere a disposizione le slides del dott. Acquafresca, relatore al convegno Fisac Piemonte dell’8 febbraio scorso, dedicato a “Rischi ambientali e benessere organizzativo nei settori bancario e assicurativo”. Sono reperibili qui di seguito:
 
 
Ricordiamo come sempre che le compagne e i compagni del Dipartimento Salute e Sicurezza sono a disposizione per richieste, dubbi, chiarimenti, proposte…. e quant’altro si renda necessario nello svolgimento della delicata funzione che svolgete a tutela del benessere delle persone.
 
Torino,
 
DIPARTIMENTO SALUTE E SICUREZZA
FISAC CGIL TORINO E PIEMONTE

Rischi ambientali e benessere organizzativo nei settori bancario e assicurativo

 

L’evento promosso dalla Fisac Cgil Torino e Piemonte l’8 febbraio “Rischi ambientali e benessere organizzativo nei settori bancario e assicurativo” ha visto un’importante partecipazione, sia di Rappresentanti per la Sicurezza che di sindacalisti provenienti da tutto il Piemonte.

A dar lustro e rilevanza all’evento, ha certamente influito la qualità dei docenti: Giuseppe Acquafresca esperto in materia di Sicurezza, RSPP per diversi enti pubblici e la dott.ssa Cristiana Ivaldi, Epidemiologa, Medico competente ed esperta in materia di Sicurezza.

Si è parlato di rischi fisici del lavoro nei nostri settori: toner e stampanti, campi elettromagnetici, presenza di amianto. Si è anche parlato di vivibilità degli OPEN SPACE, con connessi problemi di rumore, difficoltà di concentrazione e aumento dello stress lavoro correlato.

Abbiamo realizzato come il “benessere organizzativo” possa essere un valore aggiunto per imprese moderne e socialmente responsabili, perché aumenta produttività e qualità del lavoro.

La partecipazione, più alta del previsto, ci consegna un’importante riflessione: “Non dobbiamo dare per scontato che banche

e assicurazioni siano ambienti di lavoro così sicuri e così immuni da rischi fisici”.

Forse non corriamo un rischio immediato di infortuni traumatici (rapine a parte). Ma alcune problematiche, se non opportunamente presidiate e risolte, possono essere causa di malattie professionali anche gravi. La Fisac Cgil vigilerà con grande attenzione.

Le nostre interviste

 

“Rischi ambientali e benessere organizzativo nei settori bancario e assicurativo”

Il Dipartimento Salute e Sicurezza Fisac Cgil Torino e Piemonte

invita i RLS e RSA a partecipare al seminario

Mercoledì 8 Febbraio 2017

Sala PACE c/o CGIL PIEMONTE

Via Pedrotti 5 – Torino

LOCANDINA

Elezione Rls in Banca del Piemonte

Nelle date 13, 16 e 17 maggio si sono svolte le votazioni per l’elezione degli Rls in Banca del Piemonte.    rls1

Lo spoglio è avvenuto nel pomeriggio di ieri con un esito sorprendente per la nostra Organizzazione!

Siamo molto soddisfatti dell’esito del voto:

Giorgio Martorana Fisac 193 voti
Luciano David Uilca 103 voti
Beppe Drogo First 88 voti

Ringraziamo Giorgio per la recente decisione di entrare a far parte della famiglia Fisac Cgil e gli auguriamo fin da subito buon lavoro!

Ne abbiamo tanto da fare!

 

I materiali del convegno: Persone Mature Che Lavorano.

Il 21 ottobre si è svolto il convegno Persone mature che lavorano.
Ve ne avevamo dato conto qui.

Oggi siamo finalmente in grado di fornirmi i materiali illustrati dai relatori in quell’occasione.

Agelo D’Errico – Lavoro e invecchiamento: condizioni di lavoro e di salute dei lavoratori anziani nel settore del Credito.

CLICK QUI PER I MATERIALI IN FORMATO .PDF

CLICK QUI PER I MATERIALI IN FORMATO . PPTX

 

Daniela Converso – Aging, ageism, sostenibilità.

CLICK QUI PER I MATERIALI IN FORMA .PDF

CLICK QUI PER I MATERIALI IN FORMA .PPTX

Al via le assemblee in Banca del Piemonte!

Accordo raggiunto su premio aziendale e giornate di solidarietà! 

In estrema sintesi con questo accordo unitario le OO.SS sono riuscite a:

  • ottenere il riconoscimento del premio relativo al bilancio 2014 (che stava andando in cavalleria!)
  • incrementare le percentuali per il calcolo dei premi per i prossimi 2 anni                      

Altro punto qualificante dell’accordo riguarda la modalità di gestione delle attivazioni delle giornate di solidarietà, richieste dall’Azienda.

L’adesione sarà volontaria nella prima fase di apertura delle richieste: soltanto in caso di richieste inferiori rispetto alla capienza del Fondo (3 giorni all’anno a testa x 2 anni) si procederà con l’attribuzione di giornate obbligatorie, osservando un principio di equità e di redistribuzione con giornate assegnate dapprima agli inquadramenti superiori.

Buon lavoro alla nostra struttura della Banca del Piemonte: Maria Caramucci (Ag. Druento) e Anna Fiorella (Direzione Centrale), neoeletta Rsa!

clicca qui per scaricare:

comunicato ACCORDO DEL 23 OTTOBRE 2015

accordo giornate solidarietà e premio-23-10-15