Economista, deciditi: destra o sinistra?

photo Goria - click“Tra stato e mercato. La domanda rischia di restare senza risposta: la maggior parte degli economisti pensa di essere al servizio di una scienza esatta. Il fenomeno in Italia è assai più marcato e paradossale che altrove. Ma una lezione di chiarezza viene dagli Stati Uniti. Pubblichiamo un estratto di PROCESSO AGLI ECONOMISTI di Roberto Petrini, Chiarelettere editore, Milano 2009. Il saggio è stato presentato recentemente al Festival dell’Economia di Trento…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Cosa succede a Tremonti?

Tremonti in una vignetta di Moise del gennaio 2009“È curioso come un Ministro “tecnico” da sempre riscopra la supremazia della politica, rivalutando persino la suddivisione dei poteri sancita dalla Costituzione. E ancor più strano è che lo faccia proprio il giorno prima della lettura delle Considerazioni Finali del Governatore della Banca d’Italia…” Articolo completo di N. Maiolino e R. Polidori: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Il Pianeta ha bisogno di noi

Foto di Paolo Barrera - click“Il 5 giugno è la data scelta dalle Nazioni Unite per celebrare la giornata mondiale dell’Ambiente. Una data, istituita dal 1972, che viene celebrata in più di cento Paesi ed ha lo scopo dichiarato di richiamare l’attenzione sulle problematiche ambientali che riguardano il pianeta, per accrescere la consapevolezza dei Governi, delle Imprese e dei Cittadini. Lo slogan di quest’anno è: “Il pianeta ha bisogno di voi, uniamoci per combattere il cambiamento climatico”. Assumere la consapevolezza che …” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

la FISAC e il Credito Cooperativo

“Un’esperienza – quella del Credito Cooperativo – che, seppure non priva, a nostro giudizio, di contraddizioni profonde e ritardi strutturali, apprezziamo e con la quale tentiamo di confrontarci in modo originale e costruttivo. In un settore per il quale il livello locale (il territorio, dal Comune alla Regione) è determinante, la FISAC/CGIL ha richiesto al Credito Cooperativo percorsi coerenti per le relazioni sindacali. La sfida per noi è di rappresentare al meglio le lavoratrici e i lavoratori del Credito Cooperativo condividendo con loro i valori della CGIL, a partire dal “reinsediamento” nei luoghi di lavoro…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email