Giorgio Ambrosoli, quando l’onestà costa la vita

“Giorgio Ambrosoli, liquidatore della Banca Privata di Sindona fu assassinato l’11 luglio del 1979. Oggi il suo ricordo costituisce per tutti un elemento di necessaria riflessione proprio mentre si tenta di ripensare, dopo la crisi globale, la finanza e l’economia. Pagando, da vero democratico, con la sua vita la fedeltà allo Stato, rappresenta un esempio concreto di etica della responsabilità che, nettamente, contrasta con il qualunquismo e la vuota retorica così presenti anche nelle più alte sfere della società di oggi…” Articolo completo di Rogolino, Tripodi, Cervone: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Ronde e reato di clandestinità diventano legge

“Ok definitivo di Palazzo Madama al ddl sicurezza. Istituita la tassa di soggiorno per gli stranieri, la clandestinità diventa reato. Legalizzate le ronde, parte anche la schedatura dei clochard. Tanti voci contrarie, Vaticano: “porterà dolore e povertà”…” Articolo completo e dossier: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Detassare le spese dei lavoratori

“Un piano straordinario per rilanciare i consumi. Lo propone il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, che indica nelle detrazioni fiscali a vantaggio dei lavoratori dipendenti e dei pensionati la leva sulla quale agire. Non un piano in contrasto con il Un piano straordinario per rilanciare i consumi. Lo propone il segretario generale della Cgil, Guglielmo Epifani, che indica nelle detrazioni fiscali a vantaggio dei lavoratori dipendenti e dei pensionati la leva sulla quale agire. Non un piano in contrasto con il …” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Precari e atipici: i disoccupati invisibili

piu tutele - photo Goria - click“La perdita del lavoro per i non tutelati: l’allarme di Draghi. Ma cosa ha osato dire stavolta Mario Draghi, trattato da qualche tempo dal governo come un “pericoloso eversore”? Ha detto quello che tutti sanno: e cioè che 1,6 milioni di lavoratori rischiano di trovarsi nel corso del 2009 senza lavoro e senza alcun sostegno poiché precari o parsubordinati e che i lavoratori in CIG e coloro che cercano un’occupazione potrebbero…” Articolo completo di Graziella Rogolino: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

I bambini che non saranno mai piccoli

“Il Coordinamento del MPS e la FISAC Toscana in occasione 8a Giornata mondiale contro il lavoro minorile hanno organizzato uno spettacolo teatrale che rievoca un disastro in una miniera della Sicilia del 1800 .In tutta Italia in quegli anni milioni di bambini non conobbero mai l’infanzia, faticavano nei campi, nei telai, in miniera e nelle cave. Ancora oggi i ragazzi lavorano in miniera in altre parti del mondo senza alcuna protezione e sono sfruttati in tutti i mestieri, anche i più degradanti. La loro è una “vita” che non è, un’infanzia che non c’è mai stata”…” Articolo compelto di Graziella Rogolino: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Referendum elettorale: i dettagli

Referendum - foto di emanuele75 su Flickr - click“… Il primo punto da evidenziare è che, fermo restando che riteniamo una vera porcheria l’attuale legge, non è vero che col Referendum si abroga il “porcellum” come alcuni esponenti politici vanno dicendo. Il Referendum abroga soltanto alcune disposizioni della legge vigente per cui il porcellum continuerà ad applicarsi ad eccezione delle parti abrogate.L’unico effetto positivo sarebbe quello di impedire le candidature multiple ma verrebbe confermato, in peggio, l’impianto attuale e certamente non inciderebbe su quello che è il grosso problema della legge attuale: il mancato rapporto tra cittadini ed eletti ed un concetto di rappresentanza che rasenta l’incostituzionalità, tenendo conto anche dell’inosservanza…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Economista, deciditi: destra o sinistra?

photo Goria - click“Tra stato e mercato. La domanda rischia di restare senza risposta: la maggior parte degli economisti pensa di essere al servizio di una scienza esatta. Il fenomeno in Italia è assai più marcato e paradossale che altrove. Ma una lezione di chiarezza viene dagli Stati Uniti. Pubblichiamo un estratto di PROCESSO AGLI ECONOMISTI di Roberto Petrini, Chiarelettere editore, Milano 2009. Il saggio è stato presentato recentemente al Festival dell’Economia di Trento…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Cosa succede a Tremonti?

Tremonti in una vignetta di Moise del gennaio 2009“È curioso come un Ministro “tecnico” da sempre riscopra la supremazia della politica, rivalutando persino la suddivisione dei poteri sancita dalla Costituzione. E ancor più strano è che lo faccia proprio il giorno prima della lettura delle Considerazioni Finali del Governatore della Banca d’Italia…” Articolo completo di N. Maiolino e R. Polidori: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Il Pianeta ha bisogno di noi

Foto di Paolo Barrera - click“Il 5 giugno è la data scelta dalle Nazioni Unite per celebrare la giornata mondiale dell’Ambiente. Una data, istituita dal 1972, che viene celebrata in più di cento Paesi ed ha lo scopo dichiarato di richiamare l’attenzione sulle problematiche ambientali che riguardano il pianeta, per accrescere la consapevolezza dei Governi, delle Imprese e dei Cittadini. Lo slogan di quest’anno è: “Il pianeta ha bisogno di voi, uniamoci per combattere il cambiamento climatico”. Assumere la consapevolezza che …” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

la FISAC e il Credito Cooperativo

“Un’esperienza – quella del Credito Cooperativo – che, seppure non priva, a nostro giudizio, di contraddizioni profonde e ritardi strutturali, apprezziamo e con la quale tentiamo di confrontarci in modo originale e costruttivo. In un settore per il quale il livello locale (il territorio, dal Comune alla Regione) è determinante, la FISAC/CGIL ha richiesto al Credito Cooperativo percorsi coerenti per le relazioni sindacali. La sfida per noi è di rappresentare al meglio le lavoratrici e i lavoratori del Credito Cooperativo condividendo con loro i valori della CGIL, a partire dal “reinsediamento” nei luoghi di lavoro…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email