Jobs Act avrà conseguenze su salute e sicurezza

camussoVi segnaliamo una intervista della Segretaria Generale della Cgil a Rassegna Sindacale (click qui). Non è recente, risale a maggio. Purtroppo, è attualissima.

Titolo: “Camusso, Jobs Act avrà conseguenze su salute e sicurezza”. Sottinteso che non si tratti di conseguenze positive…

A parte l’interesse generale che riveste l’intervista, ci preme sottolineare un passaggio, esattamente la quinta domanda e la conseguente risposta. Di seguito.

RASSEGNA. L’allungamento dell’età pensionabile, conseguenza della cosiddetta “riforma Fornero”, ha ovvie ricadute sulla salute e sicurezza dei lavoratori, anche in considerazione del generale progressivo invecchiamento degli addetti. Come intervenire?

CAMUSSO. La cosa più semplice, e insieme più complicata, è riuscire ad accompagnare il percorso lavorativo delle persone attraverso il tempo con un’organizzazione del lavoro adeguata e flessibile per le loro esigenze, ad esempio attraverso cambi di mansione o differenziazione dei ritmi. Mi rendo conto che sembrano soluzioni difficili da realizzare, ancor più se paragonate ai problemi di occupazione ed espulsione dal mondo del lavoro di fronte ai quali ci troviamo oggi.

La Fisac Torino e Piemonte “sta sul pezzo”, perché abbiamo in programma per il 21 ottobre una giornata seminariale dedicata agli inediti problemi di salute e sicurezza che si pongono per i lavoratori maturi. Problema reso cogente dalla riforma Fornero sulle pensioni, e che la odierna maggior facilità di licenziamento riveste di una luce inquietante. Per evitare che chi non può (ancora) essere pensionato venga brutalmente rottamato, abbiamo bisogno di capire bene il problema e di proporre della nuova contrattazione ad hoc. Ci faremo aiutare da esperti e ci aiuteremo tutti insieme. Per adesso buona lettura.

Print Friendly, PDF & Email

Legge di stabilità: tagli ai patronati

ciambella_28689L’allarme di Acli, Inas, Inca e Ital. “Nessun risparmio con i tagli della manovra, che faranno perdere migliaia di posti e metteranno in ginocchio l’unica rete di solidarietà gratuita per i cittadini più deboli”. Una petizione per difendere i patronati…

Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Riforma Lavoro

Legge elettorale, asse Renzi-CavaliereCgil: Renzi cambia i toni, ma restano nodi irrisolti

Il sindacato dopo l’intervento del premier nella direzione Pd: sulla riforma del mercato del lavoro e sulla revisione della legge 300 resta ancora vago, indefinito e contraddittorio, a partire dalle affermazioni sull’articolo 18…

» Il premier: pronto a riaprire la Sala Verde
» Jobs act: prosegue il confronto tra sindacati

Print Friendly, PDF & Email

29 settembre: la Cgil compie 108 anni

scioperogeneralecristini4-small_22414529 settembre (click qui): la Cgil compie 108 anni

Il sindacato festeggia il suo ‘compleanno’: centootto anni da quando, in quel giorno di fine settembre del 1906, con il congresso di Milano nacque la Cgdl. Due iniziative a Roma con Camusso per celebrare la ricorrenza

» La Cisl volta pagina, un bilancio dell’era Bonanni

Print Friendly, PDF & Email

Camusso: sarà una battaglia lunga

mg0833_420891Camusso (click qui): sarà una battaglia lunga, possiamo vincere

Il segretario generale della Cgil torna sulla riforma del lavoro. “Le intese si trovano con il confronto”. Contratto a tutele crescenti? “Siamo disponibili a discutere, ma devono sparire tutte le altre forme di precariato”…

» Il 25 ottobre in piazza | Il documento del direttivo
» Sorrentino: ridurre precarietà | FOCUS JOBS ACT

Print Friendly, PDF & Email

Camusso dixit

CamussoRassegnaCamusso: convincere la Ue, servono gli investimenti

“Puntare sulla qualità del lavoro e delle produzioni. Non serve parlare di come licenziare più facilmente, ma di come garantire alcuni diritti fondamentali ai tutti i lavoratori. Lo Statuto? andrebbe esteso, non ridotto”

» Cgil contro Alfano: non sei premier
» Autunno di mobilitazioni

Print Friendly, PDF & Email

Indagine fisac: lavoratori, crolla il reddito

spiccioliCrolla il reddito dei lavoratori: -8mila euro per le famiglie

Indagine della Fisac Cgil. Il reddito disponibile familiare tra il 2000 e il 2013 registra una perdita di circa -8.312 euro per le famiglie di lavoratori, a fronte di un guadagno di 3.142 euro per quelle di professionisti e imprenditori

Print Friendly, PDF & Email