Seminario 12 giugno: LAVORO A TEMPO DETERMINATO: EVOLUZIONE LEGISLATIVA SINO ALLA LEGGE N. 96/2018 “DECRETO DIGNITA'”

Pubblichiamo il materiale relativo al Seminario a cura di Alberto Massaia che si è svolto il 12 giugno u.s. dal titolo:

LAVORO A TEMPO DETERMINATO

EVOLUZIONE LEGISLATIVA SINO ALLA LEGGE N. 96/2018 “DECRETO DIGNITA'”

LAVORO A TEMPO DETERMINATO EVOLUZIONE LEGISLATIVA

LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE INDENNIZZI PER IL CASO DI LICENZIAMENTO ILLEGITTIMO PREVISTI DAL JOBS ACT

LA SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE SPESE GIUDIZIALI NEL PERCORSO CIVILE

Qualche foto dell’evento:

Concluse le assemblee di presentazione della piattaforma di rinnovo del Ccnl

 

Mercoledì 29 maggio, con l’ultima assemblea in Banca Intermobiliare (convocata altresì per la loro preoccupante situazione aziendale), si è concluso il percorso assembleare per la presentazione della piattaforma di rinnovo del contratto nazionale ABI in Piemonte.

Le assemblee sono state capillari nelle aziende e i numeri parlano chiaro! 

121 assemblee e 5.018 colleghi e colleghe del settore che hanno partecipato esprimendo un giudizio favorevole al 97,64%, segnale evidente che questa piattaforma seria, corposa, ambiziosa e innovativa, è una piattaforma che gode di un sostegno molto solido da parte della base.

Ringraziamo tutti i colleghi e le colleghe per la partecipazione e il sostegno dimostrato! Ringraziamo anche tutti i nostri quadri sindacali che hanno lavorato per portare la piattaforma in tutte le aziende del territorio!

Trovate al link seguente il comunicato unitario nazionale:

2019_05_31 Comunicato Unitario presentazione Piattaforma CCNL Credito 

La Cgil al fianco degli studenti in corteo – 24 maggio Torino

Oggi 24 maggio a Torino ed in molte altre città, gli studenti scendono nuovamente in piazza per protestare contro il cambiamento climatico e per rivendicare la possibilità di un futuro!! 

La Fisac e la CGIL di Torino partecipano a supporto!! Ecco qualche scatto dal corteo!

 

Banca Intermobiliare: apertura delle procedure art. 17 e 20 ccnl….Quando il tempismo è tutto!

Dopo l’assemblea di venerdì 15/3, in cui la maggioranza del Personale del Gruppo BIM si è favorevolmente espressa per iniziative di comunicazione a mezzo stampa e di mobilitazione da attuarsi con uno sciopero nel caso in cui non ci fosse una corretta ripresa delle relazioni industriali, pare che il weekend in Bim sia stato laborioso…. Lunedì 18 marzo, in mattinata, le scriventi OO.SS. hanno ricevuto dall’Azienda la comunicazione formale con oggetto: “Procedura ex artt. 17 e 20 C.C.N.L. per il Settore Credito” e sono state ufficialmente convocate ai tavoli per il 25 marzo ai fini dell’avvio della prima fase della procedura. Un tempismo quanto mai sospetto visto il continuo nostro sollecitare incontri con l’Azienda, con l’Amministratore Delegato, con il Presidente senza risposta alcuna. Consideriamo non casuale il tempismo della consegna, un giorno lavorativo successivo alla data dell’assemblea: lo riteniamo non rispettoso dei colleghi che non hanno avuto la possibilità di confrontarsi sui delicati temi in oggetto.

La predisposizione dell’informativa di apertura della procedura, ben precisa e puntuale, non è stata di certo scritta in un weekend!

Fai click qui per scaricare il comunicato unitario

 

Vedi gli articoli precedenti relativi alla delicata situazione di BIM:

ASSEMBLEA DEL 15 febbraio

preoccupazione per la situazione di Bim

Protocollo Relazioni industriali – accordo su tenuta livelli occupazionali in Bim

BIM: gravissima posizione dell’Azienda – convocate urgentemente le assemblee dei lavoratori e delle lavoratrici!

 

A seguito del precipitare della situazione e della posizione di chiusura dell’Azienda, congiuntamente a tutte le sigle sindacali del nostro settore presenti sul territorio, abbiamo ritenuto necessario convocare un’assemblea per tutto il personale del Gruppo Bim per venerdì 15 febbraio alle ore 14.30 in Sala Consiglio per la Sede e la Filiale di Torino e in videoconferenza con tutte le filiali.

La Fisac Cgil è da sempre al fianco dei colleghi, lo è stata nel travagliato periodo in cui Bim faceva parte del Gruppo Veneto Banca, lo è stata nella delicata fase del salvataggio delle Banche Venete in cui Bim è rimasta tagliata fuori assieme ad altre centinaia di lavoratori e lavoratrici (per tutti il Mef ha garantito, in un apposito incontro, che nessuno avrebbe perso il posto di lavoro!), e tanto più lo siamo oggi: la tutela dei livelli occupazionali è la priorità del nostro sindacato a tutti i livelli!

 

Giuliano Calcagni nuovo Segretario Generale Nazionale Fisac

Si sono conclusi ieri in tarda serata i lavori del IX Congresso della Fisac Nazionale con l’elezione di Giuliano Calcagni a Segretario Generale della Fisac Nazionale.

 
E’ stato eletto il Comitato Direttivo Nazionale (120 componenti), per il Piemonte sono stati eletti:
  • Giacomo Sturniolo
  • Cinzia Borgia
  • Giovanni Gabbiani
  • Claudio Cornelli
  • Daniela Ferruta
  • Simona Ponzano
  • Massimo Scocca
  • Roberto Malano
E’ stata eletta l’Assemblea Generale (240 componenti), per il Piemonte sono stati eletti:
  • Giacomo Sturniolo
  • Cinzia Borgia
  • Giovanni Gabbiani
  • Claudio Cornelli
  • Daniela Ferruta
  • Simona Ponzano
  • Massimo Scocca
  • Roberto Malano
  • Roberto Pozzati
  • Marco Del Brocco
  • Paolo Barrera
  • Anna Andreoni
  • Francesco D’Agostino
  • Daniela Emiliani
  • Pasquali Rosella
È stata eletta la Segreteria Nazionale, così composta:
  • Giacomo Sturniolo 
  • Claudio Cornelli
  • Luca Esposito 
  • Susy Esposito
  • Mario Gentile
  • Fulvia Busettini
  • Cinzia Ongaro
Stefania Frigerio è stata eletta nel Collegio di Verifica e Cinzia Borgia nell’Ufficio di Presidenza.
 
Un grande augurio di buon lavoro a tutti noi e soprattutto a Giacomo, Claudio e Luca per il loro incarico nella Segreteria Nazionale.

Coordinamento Donne Fisac Piemonte

Martedì 13 novembre si e’ riunito il Coordinamento Donne della Fisac Piemonte che aveva all’ordine del giorno l’elezione della nuova Coordinatrice.

Le compagne hanno eletto come Coordinatrice Gloria Pecoraro, alla quale tutte noi auguriamo Buon Lavoro!!! 

BIM – Il piano industriale c’è… L’azienda non pensi di tagliare fuori il sindacato dal confronto e dalla discussione!

SCARICA IL PDF DEL COMUNICATO

Lo scorso 1° ottobre si è tenuto l’incontro con l’Azienda sollecitato dalle scriventi OO.SS. con la presenza delle rispettive Segreterie Territoriali la cui attenzione su Bim e le sue recenti vicende è sempre rimasta vigile. Il punto principale dell’incontro voleva essere il piano industriale per il gruppo. La Direzione Risorse Umane ha ritenuto opportuno coinvolgere l’ing. Cais che ha puntualmente illustrato il piano strategico 2019/2021 come da comunicato stampa del 6 settembre. In linea di massima nulla di più è stato aggiunto nel merito a quanto riportato a suo tempo. Abbiamo stigmatizzato il comportamento della Direzione nelle relazioni industriali: in tutte le Aziende, quando il piano industriale viene reso pubblico, subito vengono convocate le OO.SS. Qui non è successo ! E non solo… il piano strategico è stato presentato in video conferenza solo alla rete e non alla totalità dei dipendenti. Visto che proprio nel piano strategico abbiamo appreso che il management per il rilancio della banca ritiene necessaria una “significativa riduzione dei costi operativi grazie ad interventi mirati di razionalizzazione dei processi, attraverso una digitalizzazione degli stessi, oltre che di ridisegno del modello di presidio territoriale e dell’organico aziendale”, ci sembra che l’Azienda abbia tenuto un approccio molto discutibile nei confronti dei lavoratori e delle OO.SS. che li rappresentano! Inoltre ci è stato riferito da diversi colleghi che in riunioni più o meno estemporanee con alcuni dipendenti/agenti figure apicali della banca abbiano parlato di esuberi, eccedenza di personale amministrativo, eliminazione di doppioni di attività svolte sia in Bim che in Symphonia, … Vista la delicatezza dei temi e il ruolo che certe figure ricoprono, ci saremmo aspettati più attenzione e consapevolezza. Abbiamo espresso queste nostre critiche alla Direzione Risorse Umane, ricordando che il ruolo sindacale in un’Azienda esiste proprio per questo: se ci sono comunicazioni di questo tenore da dare, non ricorrano all’arma del “terrorismo” ma ad un confronto sano, onesto e trasparente che è disciplinato da regole e dal CCNL. Ci auguriamo che il nostro monito sia stato colto e che l’incontro si sia rivelato proficuo affinché si possa giungere a relazioni industriali degne di questo nome, assidue e costruttive. L’Azienda ha dichiarato di non aver ancora preso una decisione certa e definitiva, sia per quanto riguarda il ridisegno del modello territoriale (e quindi in merito alla chiusura di alcune filiali), sia per quanto riguarda il ridisegno dell’intero organico aziendale ma che prevede di convocarci a breve. La nostra priorità sarà la garanzia occupazionale di tutte le lavoratrici e i lavoratori. Vi assicuriamo che metteremo in campo qualsiasi azione per difenderla, senza escludere l’avvio della mobilitazione e dei presidi, il coinvolgimento della stampa, delle autorità e delle nostre Segreterie Nazionali.

RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI: FABI – FISAC/CGIL

3^ tranche di Aumenti CCNL ABI nella prossima busta paga

Nella busta paga di fine ottobre troveremo l’ultima tranche dei 3 aumenti contrattuali “conquistati” con il precedente rinnovo del contratto nazionale Abi che, come saprete, è in scadenza a fine anno.

Nella tabella, che potete scaricare, riportiamo per i diversi livelli di inquadramento:
– l’ammontare dello stipendio in vigore fino al 30 settembre 2018;
– il valore del prossimo incremento;
– il nuovo valore della voce stipendio a partire dal 1° ottobre.

Tabella aumenti CCNL ABI dec. 1 ottobre