Covid-19: misure adottate dall'Istituto - INAILCon la riapertura delle scuole, molti genitori potrebbero trovarsi ad affrontare dei disagi a causa dell’emergenza sanitaria:  con il Messaggio n. 74 del 08.01.2022, l’INPS ha attivato la proroga fino al 31 Marzo 2022 del Congedo Parentale Covid-19 retribuito al 50%.

A chi spetta: il permesso è utilizzabile dai genitori con figli di età fino ai 14 anni in caso di: sospensione dell’attività didattica o educativa in presenza del figlio/a;  infezione da SARS-CoV-2 del figlio; quarantena del figlio/a disposta dal Dipartimento di prevenzione della azienda sanitaria locale (ASL) territorialmente competente a seguito di contatto ovunque avvenuto.
Il limite dei 14 anni non opera qualora il figlio/a sia disabile in situazione di gravità accertata (art. 3,comma 3, legge 104/1992).
I genitori con figli tra i 14 e i 16 anni di età hanno facoltà di chiedere l’astensione dal lavoro senza retribuzione, per le stesse motivazioni

Come si richiede: la domanda  può essere presentata attraverso: il Portale INPS (sito www.inps.it -> Servizio: “Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata”) accedendo personalmente con SPID, CIE (Carta di identità elettronica) o CNS (Carta Nazionale dei Servizi); il Contact center INPS; il Patronato INCA CGIL (clicca qui per le sedi INCA)

 

DIPARTIMENTO WELFARE FISAC CGIL PIEMONTE

Print Friendly, PDF & Email