Care compagne e cari compagni,
anche quest’anno vivremo le festività del 25 aprile e del 1° maggio senza piazze e senza corteo.
Da oltre un anno siamo tutti coinvolti in una sfida che sta condizionando la nostra esistenza, le nostre abitudini, il nostro modo di vivere. Tutto è cambiato, tutto è diverso, ma il significato ed il valore della Festa della Liberazione e della Festa dei Lavoratori sono sempre gli stessi.
Tenere vivo il ricordo è quindi un dovere di tutti perché un Paese che non ha memoria del suo passato non può progettare il suo futuro.

Le restrizioni legate al contenimento del contagio ci impongono, anche quest’anno, di festeggiare la festa della liberazione e la festa dei lavoratori senza quei momenti di convivialità collettiva che ci sono tanto cari.
Da ormai più di un anno intorno a noi tutto è cambiato. Ciò che stiamo vivendo ha avuto e continua ad avere impatti inimmaginabili sull’equilibrio delle nostre vite sul piano sanitario, economico e sociale. Ma la pandemia non può e non deve scostare il nostro sguardo dal significato e dal valore che la Festa della Liberazione e la Festa dei Lavoratori portano con sé.

Ma come già accaduto lo scorso anno la Fisac insieme a tutta la CGIL non si ferma e non si è mai fermata, siamo sempre stati presenti, con le nostre delegate ed i nostri delegati, con i nostri servizi, con modalità nuove; perché di noi e del nostro lavoro, in questo momento di emergenza sanitaria, economica e sociale c’è tanto bisogno.

Ed in occasione di queste due importanti festività la CGIL ha aderito all’iniziativa dell’ANPI per il 25 aprile: “Strade di Liberazione”, che potete leggere nel primo allegato, ed insieme a CISL e UIL in occasione del 1° maggio ha scelto lo slogan “L’Italia Si Cura con il lavoro”. Inoltre, per la stessa giornata come è nella tradizione, in accordo con la RAI è stato definito all’interno del palinsesto di RAI 3 due appuntamenti:
– a partire dalle 12,15 alle 13,00 un’edizione straordinaria del TG3 dedicata alla Festa dei Lavoratori, con l’intervento dei nostri Segretari Generali: Maurizio Landini, Luigi Sbarra, Pierpaolo Bombardieri;
– dalle 16,35 alle 19 e dalle 20,00 alle 24,00, in diretta l’edizione straordinaria del Concertone del Primo Maggio condotto da Ambra Angiolini e Stefano Fresi. L’evento ospiterà le riflessioni dei Segretari Generali di CGIL, CISL e UIL, le testimonianze di nove tra lavoratrici, lavoratori, pensionati e il contributo musicale e performativo di un cast di artisti di altissimo livello.  
Ripartire in totale sicurezza, consapevoli che il lavoro è l’unica medicina possibile per poter garantire un futuro migliore.

Questo è il compito del sindacato. Ogni giorno siamo vicini a chi lavora, a chi cerca lavoro, a chi è senza reddito; ogni giorno, insieme, vogliamo immaginare e costruire un mondo rispettoso delle persone, dell’ambiente, della vita.

Buon 25 aprile e buon 1 maggio!

La Segreteria

Iniziativa ANPI 25 Aprile

Print Friendly, PDF & Email