NUOVE REGOLE SUI CONGEDI PARENTALI: ULTERIORI PRECISAZIONI

 

congedo-150x150In data 7 luglio abbiamo pubblicato una breve nota sulle nuove regole di fruizione dei congedi parentali introdotti con il decreto legislativo n. 80 del 15 giugno 2015.

Ad integrazione di quanto già pubblicato mettiamo a disposizione la circolare INPS uscita il 17 luglio 2015.

per scaricare la Circolare INPS clicca qui

 

 

In sintesi vi ricordiamo le principali novità, al momento valide soltanto fino al 31/12/2015:

PARTO PREMATURO
Nei casi di parto prematuro, i giorni non goduti prima del parto si aggiungono al periodo di congedo di maternità dopo il parto, anche qualora la somma dei periodi (antecedente e successivo alla nascita) determini il superamento del limite dei 5 mesi.

RICOVERO DEL NEONATO
Nei casi di ricovero ospedaliero del neonato, la madre, compatibilmente con il suo stato di salute e per una sola volta per ogni figlio, può chiedere la sospensione del congedo di maternità, rinviandone la fruizione (che potrà essere anche solo parziale) a partire dalla data di dimissione del bambino.

CONGEDO DI PATERNITA’
Nei casi di morte o grave infermità della madre, abbandono del figlio o della figlia da parte della madre, affidamento esclusivo al padre la legge prevedeva che il padre (nel caso in cui la madre fosse lavoratrice dipendente) potesse usufruire delle quota residua del congedo di maternità. Le nuove disposizioni estendono tale diritto anche al caso in cui la madre sia lavoratrice autonoma.

CONGEDI PARENTALI
Il congedo parentale può essere fruito fino ai 12 anni di vita del bambino.
Il riconoscimento dell’indennità del 30% viene esteso fino ai 6 anni di età del bambino (fermo restando il pagamento per un massimo di 6 mesi).
Tali estensioni sono previste anche nel caso di adozione o affidamento e per ciò che riguarda il prolungamento del congedo parentale per figli disabili gravi.

CONGEDO PARENTALE ANCHE SU BASE ORARIA
Anche nel caso in cui il contratto nazionale o aziendale di riferimento non lo preveda, è possibile per ciascun genitore optare per la fruizione oraria del congedo parentale, in misura pari alla metà dell’orario medio giornaliero.

RIDUZIONE PREAVVISO
Il preavviso per la richiesta dei congedi parentali passa da 15 a 5 giorni, mentre il preavviso per l’utilizzo ad ore è pari a 2 giorni.

MODALITA’ OPERATIVE
Le domande di congedo parentale, anche per i periodi fruibili in base alla riforma e per il congedo parentale ad ore, devono essere presentate in modalità telematica.

Print Friendly, PDF & Email