Sanzioni e licenziamenti disciplinari – valutazione della proporzione fra il fatto e la sanzione

Il Tribunale di Firenze, con sentenza del 5/5/2015, ha dichiarato illegittimo il licenziamento di un lavoratore, motivato da una presunta insubordinazione.
In particolare, il Tribunale ha considerato il licenziamento ritorsivo, trattandosi di una reazione illegittima ad un atto legittimo del lavoratore, che aveva rivolto delle critiche al datore di lavoro basate su fatti veri.
Il Tribunale ha precisato altresì che l’insubordinazione non consiste nel semplice rifiuto di adempiere, essendo normalmente associata ad atteggiamenti di ingiurie, minacce o percosse poste in essere nei confronti dei superiori.
Sent. Tribunale Firenze Sez. Lavoro del 05/05/2015

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.