Camusso: Ragazze, non pensatevi da sole

CamussoIntervista“«Ricordo quando hanno iscritto mia figlia a scuola e io ero a una trattativa in Ministero». Ma per Susanna Camusso, Segretaria generale Cgil, le rinunce fatte per seguire la passione politica sono compensate molte conquiste. «Posso dirlo serenamente perché se c’è un segretario generale donna è perché nel sindacato le donne hanno lottato per contare. Era un’idea collettiva di contare, mai per una singola». C’è uno stile femminile nella gestione del “potere”.«Le donne, a differenza degli uomini coltivano l’arte del dubbio, dopo che hanno preso una decisione, continuano a valutarla. Ci ripensano». Alla figlia e alle giovani che chiedono attenzione al merito Camusso risponde: «Attenzione…” Articolo completo: click qui.

Print Friendly, PDF & Email

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.