giovedì 8 ottobre 2009

Coordinamento Donne FISAC su caso Rosy Bindi
"SOLIDARIETA’ A ROSY BINDI. “LEI E’ PIU’ BELLA CHE INTELLIGENTE. NON MI INTERESSA NULLA DI CIO’ CHE ECCEPISCE”. Queste le vergognose parole che ieri sera, nel corso di Porta a Porta, Silvio Berlusconi ha rivolto a Rosy Bindi, vicepresidente della Camera. Nessuno degli uomini presenti, oltre a Castelli e Alfano c’erano anche Casini e l’editorialista della Stampa Barenghi, hanno avuto il coraggio e il buongusto di intervenire e stigmatizzare una frase così oltraggiosa nei confronti di una donna, l’unica presente. Come donne Fisac desideriamo esprimere la nostra solidarietà all’onorevole Rosy Bindi e il nostro sdegno per le parole del Presidente del Consiglio che ancora una volta, ce ne fosse bisogno, rappresentano perfettamente la considerazione e l’idea di donna che questo governo esprime. La donna accettata e riconosciuta solo se sessualmente appetibile, unico requisito necessario per essere rappresentative e rappresentate, per poter accedere al grande circo della televisione e di questa politica. Rosy Bindi si è difesa da sola: “EVIDENTEMENTE IO SONO UNA DONNA CHE NON E’ A SUA DISPOSIZIONE”. Sappia Silvio Berlusconi che Rosy Bindi non è l’unica a non essere a sua disposizione: lo sono anche tutte le donne che non vendono il loro corpo né la loro intelligenza al miglior offerente in cambio di favori o cariche politiche. VERGOGNA!"
Coordinamento NAZIONALE Donne Fisac

Etichette:


martedì 26 maggio 2009

Finalmente i Centri Antiviolenza in Piemonte!
manifestazione itinerante Voci nel Silenzio - foto Regione Piemonte - clickPubblichiamo la comunicazione ricevuta dal comitato promotore della legge per l’istituzione di centri antiviolenza con case segrete:
"MARTEDI' 19 MAGGIO 2009 E' STATO UN GRAN BEL GIORNO PER TUTTE LE DONNE IN PIEMONTE! E' stata infatti approvata dal Consiglio Regionale la legge per l'Istituzione di centri antiviolenza con case rifugio. Vi trasmettiamo in allegato il testo definitivo della Legge." [Il comitato Promotore "Firma con noi"]
Click qui per il citato testo della legge regionale approvata in consiglio il 19 maggio 2009.

Etichette: ,



Archivi

Iscriviti a Post [Atom]

This page is powered by Blogger.